Go to content Go to navigation Go to search

home | Comunicati stampa

SOS – L'Aquila chiama Italia: CSVAQ presente

Come già avvenuto nelle due manifestazioni della scorsa estate, nelle quali i cittadini aquilani hanno manifestato (prima nelle ancora disastrate strade del capoluogo abruzzese, poi davanti ai palazzi del Governo della Capitale) la propria rabbia e il proprio dissenso nei confronti del trattamento fiscale riservato ai residenti delle zone terremotate e il mancato sostegno all'economia e alla ricostruzione del territorio, il Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell'Aquila intende comunicare il proprio pieno sostegno alla manifestazione nazionale di sabato 20 novembre.

A oltre diciannove mesi dal tragico evento che ha colpito la nostra città e i comuni limitrofi, gli aquilani chiamano a raccolta istituzioni, movimenti, forze sociali e culturali nonché semplici cittadini da tutta Italia, per manifestare a favore di un trattamento fiscale adeguato alla situazione di emergenza, uguale a quello riservato in passato per simili eventi, per un sostegno concreto e sicuro all'economia e all'occupazione nel territorio, per una legge chiara e ad hoc per la ricostruzione.

A questo scopo, il CSVAQ ha rivolto a tutto il mondo del volontariato, dell'associazionismo e del Terzo Settore locale e nazionale, un appello a mobilitarsi compatto per manifestare il proprio dissenso nei confronti di politiche che poco o nulla hanno riservato finora alla ricostruzione sociale del territorio. Già 21 le realtà associative che hanno risposto positivamente all'invito e che sabato scenderanno in strada per rappresentare anche il proprio mondo. Perché poche risorse e mancata rateizzazione delle tasse arretrate per L'Aquila e per tutti gli altri comuni colpiti dal terremoto, significano anche poche risorse per il volontariato e per le sue attività rivolte al sociale.

Il Presidente del CSVAQ
Gianvito Pappalepore


Pubblicato il 18 novembre 2010