Go to content Go to navigation Go to search

home | Bandi

Bando aperto per convegni e seminari per la promozione del volontariato e dei valori di solidarietà e cittadinanza attiva - ANNO 2008

Premessa
Il Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di L’Aquila (di seguito nominato “CSVAQ”), nell’ambito delle proprie attività istituzionali di formazione e promozione del volontariato, ha definito un piano di intervento per la regolamentazione delle iniziative delle associazioni di volontariato provinciali per l’organizzazione di seminari o convegni.
L’iniziativa ha come scopo prioritario la promozione del volontariato e dei valori di solidarietà e cittadinanza attiva e i progetti devono chiaramente e esplicitamente prevedere tale obiettivo.
Con il presente regolamento, si intendono valorizzare le esperienze già esistenti nell’ambito delle organizzazioni di volontariato e favorire il lavoro comune tra le associazioni.
Per iniziative delle associazioni si intendono:
a) Seminari. Incontri o cicli di incontri, a carattere eminentemente formativo per la promozione del volontariato e dei valori di solidarietà e cittadinanza attiva, rivolti ai volontari della provincia dell’Aquila;
b) Convegni e attività di promozione del volontariato. Incontri aperti alla popolazione tesi alla sensibilizzazione sul tema del volontariato o su tematiche comunque attinenti.
In questo documento verranno indicati criteri e modalità di presentazione delle proposte dei convegni e dei seminari da parte delle associazioni.
La somma complessiva destinata alle iniziative sarà ripartita nei tre periodi di realizzazione indicati al punto n. 3. Qualora i seminari ed i convegni nelle scadenze indicate non raggiungano l’importo previsto le somme residue potranno essere utilizzate dal CSVAQ nella scadenza successiva.

1) Chi può presentare le proposte di convegni e seminari

Le iniziative possono essere presentate da:
1. Organizzazioni di volontariato iscritte al registro regionale;
2. Organizzazioni di volontariato non iscritte al registro regionale, ma che autocertificano di ispirarsi ai principi dell’art. 3 comma 3 della L.266/91 (1) e che comprovino lo svolgimento delle attività nel biennio precedente la data di scadenza delle domande.

Le organizzazioni proponenti devono avere la sede legale o almeno una sede operativa documentabile nella provincia dell’Aquila.
Nel caso di collaborazione tra più organizzazioni dovrà essere indicato nella domanda il nominativo dell’associazione designata come “capofila”, con la quale il CSVAQ manterrà i rapporti amministrativi.
Potrà essere presentato e ammesso a finanziamento una sola iniziativa nel corso delle scadenze previste al successivo punto 3.
Le iniziative dovranno necessariamente svolgersi nel territorio provinciale.

2) Come presentare la domanda

La domanda dovrà essere composta dalla seguente documentazione:
• Domanda di partecipazione al bando, redatta su carta intestata dell’ente proponente secondo lo schema predisposto e firmata in originale dal legale rappresentante;
• Profilo di presentazione dell’associazione, o dell’associazione “capofila” in caso di collaborazione;
• Autocertificazione dell’ispirazione ai principi della L.266/91, solo per le associazioni di volontariato non iscritte al registro regionale;
• Formulario relativo all’iniziativa da realizzare.

3) Termini del Bando ed inizio delle iniziative

Le domande dovranno pervenire (non fa fede il timbro postale) presso la sede centrale del Centro di Servizio, sita in L’Aquila in Via di Vigliano 17, o presso gli sportelli di Avezzano, Sulmona e Castel di Sangro, entro e non oltre le ore 18.00 delle seguenti date:

Scadenza Periodo di realizzazione
12 Marzo 2008 (1 Aprile - 31 Maggio 2008)
30 Maggio 2008 (1 Giugno - 30 Settembre 2008)
30 Settembre 2008 (1 Ottobre - 31 Dicembre 2008)

Tra la presentazione delle domande e la data prevista per la realizzazione dell’iniziativa dovrà intercorrere un periodo non inferiore a 10 giorni.
La partecipazione a tutte le iniziative ai sensi del presente bando dovrà essere gratuita.
Nel caso in cui i relatori ai seminari o convegni siano soci delle associazioni proponenti e vengano retribuiti per la loro partecipazione, è necessario che gli stessi abbiano chiare competenze documentate sulle materie da trattare e vengano preventivamente autorizzate dalle stesse associazioni di appartenenza.

4) Ammissibilità delle iniziative

Saranno ammesse alla valutazione le iniziative che rispondono ai seguenti criteri:
a. Conformità della domanda: la richiesta deve pervenire tassativamente entro i termini previsti al punto 3 e deve essere composta dalla documentazione specificata al punto 2;
b. Costo: l’importo massimo di cui si farà carico il CSVAQ sarà pari a € 500 per iniziativa indipendentemente dai giorni di durata dell’iniziativa stessa;
c. Cofinanziamento: la quota di cofinanziamento obbligatoria dovrà essere pari ad almeno il 10% del costo complessivo dell’iniziativa. Il cofinanziamento sarà messo a disposizione dalla associazione proponente o capofila ricorrendo a forme di autofinanziamento o a cofinanziamento da parte di enti pubblici e privati.
d. Le associazioni non potranno ripresentare le stesse iniziative già finanziate ed eseguiti in collaborazione con il CSVAQ negli anni precedenti.

5) Criteri di selezione delle iniziative

I progetti ammessi alla valutazione saranno selezionati da una Commissione costituita presso il CSVAQ ed ammessi a finanziamento nei limiti della disponibilità economica della scadenza. I criteri di valutazione saranno i seguenti:
• Adeguatezza dei contenuti agli obiettivi di promozione del volontariato e dei valori di solidarietà e cittadinanza attiva
• Capacità di aggregazione: si valuteranno positivamente i progetti capaci di favorire la messa in rete e la comunicazione tra diverse realtà, attraverso la realizzazione di iniziative progettate e realizzate congiuntamente da più associazioni;
• Cofinanziamento: verrà valutato il peso e la natura delle quote di cofinanziamento superiori al 10% obbligatorio.

6) Spese rimborsabili

Il Centro di Servizio potrà rimborsare le seguenti voci di pesa:
• Relatori (compensi e rimborsi spese a piè di lista)
• Segreteria organizzativa
• Sala o residenzialità
• Pubblicizzazione
• Oneri assicurativi strettamente legati all’iniziativa
• Dispense e materiale ad uso dei partecipanti

7) Approvazione ed adempimenti successivi

Le iniziative saranno approvate entro e non oltre 10 giorni prima dell’inizio dell’iniziativa.
In caso di approvazione delle iniziative, il rapporto tra il CSVAQ e l’organizzazione (o le organizzazioni) proponente/i verrà regolamentato attraverso la stipula di apposita convenzione.

8) Informazioni

Per qualsiasi informazione e per incontri di supporto all’elaborazione delle iniziative è possibile contattare il Centro di Servizio per il Volontariato dell’Aquila presso le seguenti sedi:
Sede centrale L’Aquila
Tel/Fax 0862.405196 e-mail: info@csvaq.it
Sportello Avezzano
Tel/Fax 0863.444364 e-mail: avezzano@csvaq.it
Sportello Castel di Sangro
Tel/Fax 0864.847344 e-mail: csv.castello@libero.it
Sportello Sulmona
Tel/Fax 0864.2122 30 e-mail: sulmona@csvaq.it

9) Materiali

Oltre al presente bando sono a disposizione:
• Modulo A) richiesta contributo iniziative associazioni anno 2008
• Modulo B) profilo di presentazione dell’Associazione proponente
• Dichiarazione di ispirazione ai principi dell’art. 3 comma 3 della legge 266/91 (per le associazioni non iscritte al registro regionale del volontariato)
• Formulario per la realizzazione di seminari e convegni.

Tali materiali possono essere ritirati:
• Presso la sede centrale e gli sportelli del CSVAQ;
• Scaricati via internet sul sito www.csvaq.it;
• Richiesti per e-mail all’indirizzo info@csvaq.it.

(1) Organizzazioni di volontariato.
“Negli accordi degli aderenti, nell’atto costitutivo o nello statuto, oltre a quanto disposto dal codice civile per le diverse forme giuridiche che l’organizzazione assume, devono essere espressamente previsti l’assenza di fini di lucro, la democraticità della struttura, l’elettività e la gratuità delle cariche associative nonché la gratuità delle prestazioni fornite dagli aderenti, i criteri di ammissione e di esclusione di questi ultimi, i loro obblighi e diritti. Devono essere altresì stabiliti l’obbligo di formazione del bilancio, dal quale devono risultare i beni, i contributi o i lasciti ricevuti, nonché le modalità di approvazione dello stesso da parte dell’assemblea degli aderenti”

Modulo A) richiesta contributo iniziative associazioni anno 2008 [36,0kB]

Modulo B) profilo di presentazione dell’Associazione proponente [40,5kB]

Dichiarazione di ispirazione ai principi dell’art. 3 comma 3 della legge 266/91 (per le associazioni non iscritte al registro regionale del volontariato) [36,0kB]

Formulario per la realizzazione di seminari e convegni. [49,0kB]