Go to content Go to navigation Go to search

home | Bacheca associazioni

XV Festa dei Diciottenni a Magliano con il gruppo Fratres

Anticipata di qualche settimana rispetto agli anni precedenti, si è svolta nel cuore dell’estate l’ormai consueta Festa dei diciottenni di Magliano De’ Marsi (AQ) targata “Fratres”, i donatori di sangue dell’omonimo centro marsicano.

Era il 2003 quando il gruppo dei donatori di Magliano decise di puntare sui più giovani, offrendo loro la possibilità di organizzare una festa per celebrare la maggiore età appena conquistata e lanciare un intramontabile messaggio: la vita è dono e i neo-maggiorenni hanno il diritto/dovere di iniziare a lasciare le loro impronte nel mondo del volontariato, specialmente donando il proprio sangue.

La manifestazione si è aperta nella chiesa parrocchiale di Santa Lucia, dove i ragazzi hanno preso parte alla Santa Messa, celebrata dall’assistente spirituale del gruppo Fratres, don Patrizio Ciccone.

A seguire, appuntamento presso il Municipio per il saluto istituzionale delle autorità locali, rappresentate dal sindaco di Magliano De’ Marsi, l’avvocato Mariangela Amiconi, che ci ha tenuto a ringraziare la Fratres per l’impegno profuso a favore della collettività e per l’iniziativa che si è ormai fatta strada nel cuore della comunità maglianese.

I diciottenni hanno inoltre avuto l’opportunità di incontrare i rappresentanti delle numerose associazioni presenti sul territorio che hanno illustrato le attività che li vedono coinvolti e che hanno sempre più bisogno di nuovi volti, sfide originali, giovani brillanti.

Un pomeriggio tanto intenso non poteva che concludersi all’insegna della convivialità, con un piccolo rinfresco adibito nei pressi della Sala Consiliare.

La classe 1999 si è poi riunita per la cena, un modo semplice ma efficace di rincontrarsi dopo anni trascorsi tra banchi e lavagne, in bilico tra esperienze condivise del passato e speranze per il futuro.

L’associazione ha consegnato a ciascuno una pergamena come ricordo di questa festa a loro dedicata che è una dichiarazione di intenti: il trampolino di lancio per la piccola grande avventura del dono del proprio sangue.

Entro il 2017 i neo-diciottenni realizzeranno delle video interviste ai fondatori della Fratres, nell’anno in cui ricorre anche il trentennale dell’associazione. Sono loro gli ultimi nati prima del 2000, il ponte tra il ”vecchio” e il “nuovo” modo di vivere in un mondo sempre più frenetico che cambia a vista d’occhio, dunque gli interpreti più adeguati per garantire il futuro di un’associazione che, come disse Papa Francesco, “mette la  buona volontà e le forze per migliorare la vita”.


Pubblicato il 30 agosto 2017