Go to content Go to navigation Go to search

home | Bacheca associazioni

Passaggio a nord est. Orizzonti di giustizia sociale

Dal 1996 ogni anno il 21 marzo, primo giorno di primavera, Libera celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Memoria e impegno sono tra i pilastri fondanti la storia di Libera: non ci può essere impegno senza la valorizzazione della memoria, non vi può essere rispetto e riconoscimento della memoria se non attraverso la pratica quotidiana dell’impegno per la giustizia.

Il 21 marzo, che quest’anno ha il suo centro a Padova collegata simultaneamente con 4.000 luoghi d’Italia, non è mai stata una data fine a se stessa, ma sempre la tappa di un impegno che dura 365 giorni all’anno, nelle scuole, nelle università, nelle associazioni, nelle parrocchie e dovunque i cittadini vivono quella responsabilità per il bene comune che è il primo antidoto al male delle mafie e della corruzione.

Per la XXIV Giornata della Memoria e dell’Impegno, nell’anno del decennale del terremoto, Libera Abruzzo ha scelto di svolgere la giornata regionale nella città di L’Aquila. Nel capoluogo abruzzese il 21 marzo confluiranno i cortei delle scuole, delle associazioni, delle istituzioni e dei singoli provenienti da tutta la regione, per recitare tutti insieme, come un interminabile rosario civile, i nomi e i cognomi delle persone vittime innocenti delle mafie, ma anche per ricordare le vittime del terremoto, del terrorismo, delle stragi in mare, per farle vivere ancora, per non farle morire mai, e insieme per rinnovare in nome di quelle vittime l’impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. Una memoria, dunque, non relegata al ricordo e alla commemorazione, ma piuttosto una memoria viva da tradurre in impegno quotidiano.

Il corteo partirà alle ore 9:30 dalla località Colle Sapone, passerà per il centro storico per poi arrivare alle 10:30 in piazza Duomo, dove saranno letti i circa 1000 nomi di vittime innocenti delle mafie. Alle 12:00 è previsto il collegamento in diretta con la piazza nazionale di Padova per ascoltare il discorso finale del presidente e fondatore di Libera, Luigi Ciotti. Nel pomeriggio la memoria si tradurrà in impegno attraverso due iniziative: presso il Gran Sasso Science Institute si terrà un momento di approfondimento sul tema “Ricostruzione trasparente: edilizia scolastica e comunità monitoranti”, mentre i ragazzi delle scuole saranno accompagnati a scoprire le bellezze storiche e architettoniche della città in collaborazione con Legambiente, FAI e CSV.

Locandina/Programma [435,8kB]


Pubblicato il 20 marzo 2019