Go to content Go to navigation Go to search

home | Bacheca associazioni

Castelvecchio Calvisio, aperto il centro diurno per anziani

Il 16 ottobre 2018 il Borgo di Castelvecchio Calvisio apre, finalmente, le porte al Centro Diurno per gli Anziani, in attuazione del progetto ammesso a finanziamento, relativo alle risorse concesse ai sensi dell’art. 8, comma 2, previste dal decreto legge n. 39/2009, convertito dalla legge 24 giugno2009, n. 77, per la ricostruzione post terremoto 2009 destinate ad interventi in favore di anziani e bambini.

Si tratta dei cosiddetti fondi Giovanardi, delle risorse ammesse a finanziamento in alcuni Comuni fra cui quello di Castelvecchio Calvisio che aderì a suo tempo alla Fondazione “Abruzzo Solidarietà e Sviluppo ONLUS”.

Il Progetto, analizzava le esigenze delle persone anziane e riconosceva l’importanza che esse hanno nella nostra società, alla luce dello studio fatto dai Servizi Sociali dell’ambito preso in esame.

L’invecchiamento va considerato come elemento costituente della nostra società che, a partire dal riconoscimento culturale del “valore dell’età anziana”, ci richiede, di ripensare e di riorganizzare adeguatamente la rete dei servizi sociali e sanitari.

Le maggiori necessità espresse, in questo contesto dalle persone anziane, possono essere così sintetizzate:

  1. necessità di ricevere cure ed assistenza adeguate e diversificate in relazione alla diminuzione di autonomia ed alla perdita di salute psico-fisica, conservando finché è possibile, l’opportunità di restare nel proprio ambiente di vita familiare e di relazioni sociali; dando la possibilità ad anziani e bambini di integrarsi in rapporti intergenerazionali.
  2. ¬†possibilità per le famiglie che hanno in carico persone anziane, di poter usufruire di sostegno e di supporto per continuare a rispondere alla necessità di cura dell’anziano nel proprio ambiente di vita salvaguardando le proprie opportunità di vita e di lavoro;
  3.  esigenza di poter contare su una rete di relazioni e di sostegno per evitare o ridurre le condizioni di isolamento e di abbandono;

Gli Amministratori locali, dopo aver rilevato la necessità di proporre un intervento territoriale, a favore dei cittadini anziani e delle fasce più deboli, hanno dato seguito all’iniziativa, adeguando e migliorando un edificio, già in parte utilizzato allo scopo, ottimizzandolo per avere una struttura flessibile in cui l’anziano possa trovare risposta ai suoi bisogni, mettendola a disposizione anche degli anziani dei paesi limitrofi.

Gli Amministratori ritengono che tale servizio sia una conquista per i diritti degli anziani.


Pubblicato il 16 ottobre 2018