Go to content Go to navigation Go to search

home | Bacheca associazioni

38° Sulmona International Film Festival: premi e motivazioni

Sabato 7 novembre si è tenuta la cerimonia di premiazione dell'edizione 2020 del Sulmona International Film Festival, una manifestazione con caratteristiche peculiari e inedite che ha visto partecipare, grazie allo streaming sulla piattaforma Mymovies.it, un pubblico ampio e distribuito lungo tutta la penisola che ha riempito le sale virtuali, votando e commentando le opere.

Tanti ospiti inoltre hanno partecipato con le interviste in diretta sui corti in concorso, in un ricco calendario di appuntamenti che in qualche modo ha compensato la distanza fisica, facendo percepire comunque il clima e l'atmosfera tradizionale del Festival.

Ecco i premi:

SPECIAL JURY PRIZE, da parte della giuria composta dal premo Oscar Chris Cooper insieme a Marianne Leone, al corto 'CHEN CHEN', diretto dal regista Kargo Chen (Hong Kong).

L'intervista esclusiva a Marianne Leone e Chris Cooper è visibile su Youtube (link diretto https://youtu.be/knMapKuuUow) e su Mymovies (evento speciale del 6 novembre).

Il premio SIFF STUDENTI, assegnato da circa 200 allievi dei due Poli di Istruzione Secondaria Superiore di Sulmona, va a KLOD di Giuseppe Marco Albano (Italia) che supera di misura il corto di animazione UMBRELLA di Helena Hilario e Mario Pece (Brasile).

La giuria composta dal critico cinematografico Francesco Alò, dal regista Nicola Abbatangelo e dal compositore musicale Fabrizio Mancinelli, ha assegnato tutti i premi delle sezioni principali e i riconoscimenti alle varie categorie professionali.

BEST SOUNDTRACK (dedicato a Gabrielle Lucantonio): JORDAN SEIGEL per COSMIC FLING di Jonathan Langager

BEST ACTRESS: MATA GABIN per MAMA LOVA di Jeff Taver

BEST ACTOR: SALEH BAKRI per THE PRESENT di Farah Nabulsi

BEST EDITING: ROMAN HODEL per THE GAME di Roman Hodel

BEST CINEMATOGRAPHY: KONRAD BLOCH per THE DRESS di Tadeusz Lysiak

BEST SCREENPLAY: CHRISTIAN ARHOFF per VIKTOR ON THE MOON di Christian Arhoff

BEST DIRECTOR: JEFF TAVER per MAMA LOVA

BEST ABRUZZO SHORT FILM : ROPELESS di Andrea Carrino

Motivazione:

Per la capacità di catturare con tenerezza un'azione semplice ma carica di significato, avvalendosi di una regia mirata. Il progetto evidenzia uno stile già ben visibile: la precisa scansione dei tempi e delle accelerazioni della macchina da presa mostrano un preciso ragionamento sull'economia della messa in scena, scommettendo sul tema forse usurato della perdita del lavoro con vocazione astratta. Ogni immagine, un po' come nei film di Wes Anderson, è un frame che si vorrebbe guardare più a lungo.

BEST ANIMATION SHORT FILM: THE FABRIC OF YOU di Josephine Lohoar Self (Regno Unito)

Motivazione:

Per la costruzione di un racconto d'animazione maturo e sorprendente, dove il ricordo di un amore perduto si sviluppa attraverso soluzioni narrative e visive di spessore, confrontandosi coraggiosamente col rimpianto e la sessualità: sequenze sorprendenti che alzano continuamente la posta in palio e trovate che non temono di spiazzare, oscillando tra sgradevolezza e sentimento.

BEST DOCUMENTARY SHORT FILM: THE GAME di Roman Hodel (Svizzera)

Motivazione:

Per l'abilità nell'utilizzare il montaggio come una seconda (e forse prima) regia, sviluppando più punti di vista drammaturgici e raccontando il calcio dalla prospettiva inedita e poco usuale dell'arbitro, tra sforzi fisici sul campo e moltiplicazione degli spazi d'azione. Particolarmente apprezzabile e paradossale la svolta finale, che mette l'arbitro in un contesto sorprendente in cui confrontarsi con "altre regole", come un essere umano e un figlio qualunque: una vera e propria partita dentro la partita.

BEST NATIONAL SHORT FILM: SPERA TERESA di Damiano Giacomelli (Italia)

Motivazione:

Un mockumentary (cioè "un falso documentario") graziato da uno humour nerissimo, macabro e allucinante, tra cattiveria e crudeltà, con una magnifica "attrice" protagonista, Rebecca Liberati, e un'idea che lavora su risvolti concettuali e truffaldini tra ironia e libertà sregolata, in un'Italia di hangar e magazzini. La completezza dei registri mette in piedi un ritratto, gioiosamente cinico e canoro, della contemporaneità del nostro paese.

BEST INTERNATIONAL SHORT FILM: VIKTOR ON THE MOON di Christian Arhoff (Danimarca)

Motivazione:

Una sorta di incrocio esilarante e pirotecnico tra le danze sentimentali di La La Land e il lavoro umoristico sull'arte contemporanea di The Square: uno stile nuovo e personale e un inno al buonumore intelligente che utilizza con spessore poetico i pochi mezzi produttivi a sua disposizione. I tempi narrativi assolutamente impeccabili sono esaltati dal fenomenale attore protagonista, Nicolai Jørgensen, che ottiene il massimo dalla sua recitazione giocando coi tempi, gli sguardi e le pause e lavorando sulla figura del Candide sulle orme di Jacques Tati e del Peter Sellers di Hollywood Party.

Il riconoscimento per il miglior video musicale è stato assegnato da una giuria composta dal cantautore britannico Brendan Cleary, dal produttore musicale tedesco Arno Muller e dalla cantautrice pugliese Erica Mou.

BEST MUSIC VIDEO: NUDDU CA VENI di Giovanni Tomaselli

Motivazione:

Per il costante fluttuare tra attualità, mito e sogno con un linguaggio contemporaneo ed accattivante e con una capacità comunicativa in grado di scardinare ogni resistenza.

Il festival si è concluso ma non finisce qui: infatti, grazie alla formula adottata quest'anno, fino a domani sera alle 21 sarà possibile vedere una parte delle opere, dal momento che i film sono sulla piattaforma per le 72 ore successive alla prima disponibilità (link diretto mymovies.it/ondemand/sulmona).
Quindi chi finora non ha potuto partecipare o chi vuole rivedere i corti può farlo fino a martedì 9 novembre.

Per continuare a sostenere il SIFF, aggiudicandosi gli omaggi previsti, è possibile cliccare sul link https://www.sulmonafilmfestival.com/sostieni-il-siff/.

Si può vedere il video della cerimonia sul canale Youtube 'associazione culturale Sulmonacinema'.

Link diretto https://youtu.be/q2oEq78xVfo


Pubblicato il 9 novembre 2020